BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE DI STABILITA'/ Nuovi aumenti tasse, la stangata sui redditi bassi

Pubblicazione:lunedì 20 gennaio 2014

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

In un articolo pubblicato oggi da la Repubblica, si legge come nuovi pesantissimi aumenti di tasse stanno per arrivare sui cittadini italiani, aumenti che colpiranno soprattutto i redditi bassi. Una serie di aumenti pensati per consentire il taglio del cuneo fiscale, in pratica, si legge nell'articolo, con una mano il governo "regala" in media 191 euro in più a ogni lavoratore, con l'altra taglia prontamente quanto dato. E' il cosiddetto taglio lineare delle detrazioni, ed è retroattivo, qualcosa che, dice ancora l'articolo, è contrario alla legge. Ecco nel dettaglio: tutti coloro che hanno diritto a detrazioni per abbassare l'Irpef subiranno una diminuzione di un punto, dal 19 al 18% nel 2014 e un altro punto, dal 18 al 17, nel 2015. Questo succede per via della sottrazione dall'imposta delle spese per il mutuo, quelle sanitarie, gli asili nido, la palestra dei figli, il veterinario, e altre spese ancora. Lo Stato risparmierà 488 milioni nel 2014, 773 milioni nel 2015 e 565 dal 2016.



© Riproduzione Riservata.
 
COMMENTI
20/01/2014 - Tutti i Governi... (Francesco Giuseppe Pianori)

Tutti i Governi "occupanti" usano un sistema di tassazione a scapito del popolo. Ricordiamo la famigerata "tassa sul macinato"...