BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPY FINANZA/ La "bufera" delle banche fa tremare anche la Germania

Ora, però, un Paese serio farebbe subito una cosa: chiederebbe le dimissioni immediate dell’artefice principale, insieme a Olli Rehn, del disastro in cui siamo, ovvero quel José Manuel Barroso che non più tardi di lunedì ha avuto il coraggio di dire che «la crescita economica sta lentamente ritornando e l’Europa è a un punto di svolta della crisi». Guardate questo grafico di Goldman Sachs e ditemi dove vedete in quella traiettoria un punto di svolta: sono le stime degli utili delle aziende europee per il 2013, più volte riviste. Dove vedete il punto di svolta? Qui la questione è diametralmente opposta, o l’euro si svaluta e decisamente oppure si torna dritti in recessione. E con l’inflazione così bassa, il cosiddetto Club Med entra in deflazione conclamata. Siamo a un -3,5% di utili, dopo una revisione da inizio anno del 15% in meno: è ripresa questa?

 

 

Guardate poi questo altro grafico, sempre di Goldman Sachs: oggi c’è in più il problema della crisi dei Paesi emergenti, un qualcosa che nel paniere preso in esame di 39 aziende ha pesato con una contrazione del 2% per ben 25 di loro. Ripeto, o l’euro si deprezza e fa ripartire almeno l’export, essendo la domanda interna schiantata, oppure è recessione un’altra volta. Buona ripresa a tutti, soprattutto a Barroso e Rehn.

 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
22/01/2014 - i controllori che non controllano! (antonio petrina)

Se poi andiamo ad ascoltare le lezioni dalla crisi del dr sottile (rai economia ) si scopre che il FMI non ha protetto la casa dei pigs : eppure nella favola dei porcellini , la porta quando arriva il lupo viene subito chiusa !!

 
22/01/2014 - Deutche Bank chi?? (Pietro Sita)

Teniamo conto che le banche hanno TUTTE bilanci falsi. Questo è stato concesso loro in parte da una legislazione guidata dalle loro lobby e praticamente è una falsificazione legalizzata. Se non basta la legislazione, tra le pieghe dei bilanci possono fare quello che vogliono. I cosiddetti regolatori sono a libro paga e si guardano bene dall'andare a disturbare il manovratore che li foraggia. Ma oggi parliamo di volta storica nella politica italiana. La vera svolta storica si avrà quando i ladri e i truffatori che guidano i partiti, le lobbies (che in italiano si traduce in MAFIE) e le banche finiranno in galera. Questo furto continuato in Italia è a livelli aberranti, ma è un problema comune a tutti i paesi cosiddetti evoluti (Stati Uniti in testa). Negli Stati Uniti non c'è un solo banchiere che sia finito in galera. Solo Maddoff, ebreo, che ha truffato i fondi del movimento sionista è finito in galera....ma sarà sicuramente una coincidenza casuale.....sarà....