BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TASI/ Allarme Federconsumatori: stangata fino a 326 euro

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

La Tasi si prospetta come "una vera e propria stangata", soprattutto dal momento "che colpirà anche molte famiglie che, grazie alle detrazioni, non pagavano alcun importo per l’Imu". E’ Federconsumatori a lanciare l’allarme riguardo l’introduzione della nuova imposta sui servizi locali a carico di proprietari e inquilini, criticando in particolare "la confusione e l’incertezza creata dal governo sul piano fiscale, che pesa come un macigno sui consumi, sulle abitudini e sulle decisioni delle famiglie, con gravi ripercussioni sull’intero sistema economico". L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha stimato infatti le ricadute a carico delle famiglie per la Tasi, ipotizzando un’aliquota minima (2,5 per mille) e una massima (3,3 per mille). Gli aggravi, si legge nel rapporto, potranno variare da 247 a 326 euro a famiglia (in assenza di detrazioni). Ad esempio, se l'aliquota si fermerà al 2,5 per mille, a Firenze si pagheranno in media 307 euro, 334 euro a Milano, 371 a Roma e 386 a Torino. Se invece l'aliquota arriva al 3,3 per mille, la Tasi costerà 331 euro a Napoli, 405 a Firenze, 441 a Milano, 489 a Roma e 509 a Torino. Altra fonte di preoccupazione, conclude Federconsumatori, è la mini-Imu "che dovranno pagare ben 12,6 milioni di famiglie": l’importo medio sarà di 41 euro a famiglia.



© Riproduzione Riservata.