BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BONO/ Il cantante degli U2 contro l'Unione europea: se le aziende pagano poche tasse, più prosperità per tutti

Il cantante degli U2 difende il sistema fiscale diversificato irlandese contro gli attacchi dell'Unione europea che vorrebbe tasse uguali per tutti, ecco di cosa si tratta

Bono Bono

Bono si schiera apertamente contro l'Unione europea, che recentemente ha messo sotto accusa diversi colossi aziendali, tra cui l'Apple con la quale gli U2 hanno fatto il famoso accordo di distribuzione del loro disco. In Irlanda infatti come in altri paesi europei una legislazione diversificata in tema di fisco che permette ad alcune aziende uno sconto massiccio sulle tasse da pagare, cosa che non piace alla Commissione europea che ha avvertito tali aziende che potrebbero essere costrette a pagare parecchi milioni di euro di arretrati. In sostanza una azienda come la Apple paga in Irlanda solo il 2,5% dei propri profitti in tasse contro il 12,5% che è la tassazione standard. Per Bono invece tale legislazione è solo positiva: l'Irlanda è un piccolo paese, ha detto, e la nostra possibilità è essere innovativi e intelligenti, ad esempio con la competitività fiscale ha portato all'Irlanda l'unica ricchezza che conosciamo. Grazie al suo sistema fiscale, ha detto ancora, l'Irlanda ha ottenuto solo dei benefici quali ad esempio poter disporre di più ospedali vigili del fuoco e insegnanti. Ieri sera Bono con il suo chitarrista The Edge sono intanto stati ospiti di Fabio Fazio dove hanno presentato il loro nuovo disco.

© Riproduzione Riservata.