BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA/ Gli "ostacoli" alla ripresa che Renzi non vede

Pubblicazione:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

Il Governo vuole aumentare gli incentivi sui contratti a tempo indeterminato, concedendo uno sgravio fiscale che duri per almeno tre anni. L’obiettivo è rendere convenienti per le imprese i contratti a tempo indeterminato a tutele crescenti. Bisogna vedere se ci riuscirà, perché per produrre effetti occorreranno degli sgravi fiscali piuttosto sostanziosi.

 

Il Tfr in busta paga è stato escluso dalla Legge di stabilità. Poteva essere una misura positiva?

Il Tfr in busta paga avrebbe avuto un impatto sulla crescita dei consumi sicuramente superiore agli 80 euro. Il Governo si è però reso conto che è molto rischioso fare un’operazione del genere, perché le imprese avrebbero perso una fonte di finanziamento a basso costo. Le aziende usano infatti i futuri Tfr come fonte di liquidità per finanziare i loro investimenti.

 

L’Italia avrebbe la forza negoziale per ridiscutere con la Germania la regola del 3%?

A livello europeo la Germania non è sempre in maggioranza, tanto è vero che Draghi l’ha messa in minoranza. Per quanto riguarda le regole del Fiscal compact, in questo momento l’unica sponda forte è quella della Francia. Spagna, Grecia e Portogallo pensano di avere risolto i loro problemi, e quindi dicono: “Noi i sacrifici li abbiamo fatti e adesso li devono fare anche gli altri”. In realtà, se si osserva la dinamica del debito, la situazione non è affatto sotto controllo neppure in Spagna, Grecia e Portogallo. Anche questi tre Paesi hanno quindi interesse a rinegoziare le regole Ue.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.