BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

UE vs ITALIA/ Le due carte di Renzi per far approvare la manovra

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

Ammettiamo che Renzi eviti la bocciatura e gli basti mollare quel quarto di punto per essere promosso, potrà davvero tirare un sospiro di sollievo? O avrà solo comprato tempo? La politica di bilancio fin qui annunciata appare un gran gioco di equilibrio interno che poggia su un ancor più azzardato equilibrismo europeo. È legittimo chiedersi se ci sono le coperture visto che i tagli alla spesa o il recupero dell’evasione restano, oggi come oggi, delle speranze. Mentre incombe il rischio di aumenti delle imposte (più Iva e meno detrazioni) che farebbero rientrare dalla finestra quel che esce dalla porta. Ma una politica fiscale all’insegna dell’austerità in un Paese che da cinque anni stringe la cinghia, sarebbe un suicidio collettivo.

L’Italia cammina su un ponte tibetano; sta a Juncker non farlo oscillare troppo (con il rischio di creare una incontrollabile reazione a catena), ma sta a Renzi mettersi per tempo al riparo.

© Riproduzione Riservata.