BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ Quei 500 miliardi "in pericolo" grazie alla Bce

Pubblicazione:martedì 7 ottobre 2014

Infophoto Infophoto

Inoltre, i fondi giocano un ruolo chiave nel sistema finanziario, tanto è vero che uno dei motivi principali per cui la Fed non taglia mai i tassi in negativo sotto lo zero è proprio per il timore di effetti di ricaduta sui money market funds statunitensi, un gigante da 2,1 triliardi di dollari. Per Marc Ostwald della Adm investor services, «la scelta della Bce di tassi negativi può presentare un pericoloso ritorno di fiamma. Il settore corporate è seduto su un grosso quantitativo di contante e un calo della fiducia nel settore, magari legato a perdite, potrebbe spingere le aziende a vincolare quel denaro per sei mesi o di più in debito a più lungo termine al fine di garantirsi un rendimento positivo. Questo potrebbe portare a uno scoraggiamento generale verso l’investimento nel settore dei fondi d’investimento monetari».

Per la Immfa, i money market funds possono prosperare anche se i returns sono negativi, dato che le banche stanno respingendo i flussi di denaro e per le aziende non ci sono altri settori verso cui voltarsi: «Alla fine la nostra potrebbe essere la migliore cattiva opzione rispetto a quanto il mercato offre». Vedremo chi avrà ragione.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.