BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BONUS 80 EURO/ Il Forum delle associazioni famigliari: Renzi lo dia anche a famiglie con figli

Nel vastissimo corpus della Legge di Stabilità 2015 tra i tanti provvedimenti del governo, a tenere banco nelle ultime ore è il punto che riguarda il bonus degli 80 euro

(Infophoto) (Infophoto)

Nel vastissimo corpus della Legge di Stabilità 2015, a tenere banco nelle ultime ore è il punto che riguarda il bonus degli 80 euro. La minoranza Pd ha infatti avanzato la proposta di modifica del “premio”, rimodulandolo a favore dei redditi più bassi. Stefano Fassina è il primo firmatario dell’emendamento che prevede un “credito che non concorre alla formazione del reddito di importo pari a 960 euro per i percettori di reddito appartenenti a nuclei familiari il cui Isee non superi i 15mila euro e pari a 480 euro per quelli fra i 15 e i 16 mila euro”. Il Forum delle associazioni famigliari si appella al governo dopo la decisione di abbandonare appunto l’ipotesi (costosa e complicata?) di rivedere il bonus; queste le parole del presidente Francesco Belletti che condanna la scelta dell’esecutivo: “Una conclusione decisamente affrettata e che ci lascia insoddisfatti e senza senza parole. Sarebbe bastato prendere in prestito dall’Istat un po’ di dati sulla composizione delle famiglie e fare due conti per evitarsi una figuraccia”. E ancora: “Il costo preventivato dal governo nel 2015 per il bonus legato unicamente al reddito è di dieci miliardi. Modulando quegli 80 euro a favore dei figli non solo non aumenterebbe la spesa ma, rispetto ai dieci miliardi, si risparmierebbero 625 milioni di euro. Basterebbe dare 20 euro in meno a single e coppie senza figli e 10/20 euro in più per ogni figlio a carico, via via a crescere fino ad arrivare a più 40 euro alle famiglie con 3 o più figli”. E c’è di più, come sottolinea sempre Bellettini: “Il governo potrebbe addirittura permettersi un ulteriore gesto di generosità e innalzare la soglia di reddito entro la quale concedere il bonus alle famiglie con figli, che era pure una richiesta avanzata dal Forum. Una ‘generosità’ che costerebbe 620 milioni di euro, e anche con questo costo aggiuntivo avanzerebbero 5 milioni di euro rispetto allo stanziamento”.

Il presidente del Forum prosegue: “Così la manovra sugli 80 euro sarebbe anche coerente con l'altra misura interessante della manovra, gli 80 euro per il bonus bebè: entrambe infatti sosterrebbero finalmente la genitorialità, dando priorità alle famiglie con figli. In tal modo si farebbe, per una volta, un intervento fiscale che garantisce l’equità secondo i carichi familiari, troppo spesso calpestata nel nostro Paese, che, conviene ricordarlo, a livello europeo ha una delle percentuali più alte di minori che vivono in povertà, per il solo fatto di vivere in una famiglia numerosa”. “Rinnoviamo al presidente Renzi la nostra offerta di lavorare con i tecnici del ministero per verificare l’esattezza di queste cifre, per sostituire questi dati alle frettolose affermazioni che perigliosamente si aggirano sulle veline di Palazzo Chigi e nelle aule del Parlamento”, la chiosa di Franco Bellettini.


COMMENTI
17/02/2015 - Le novità del bonus (Federico Colombo)

Sul famoso bonus di 80 euro (che poi abbiamo visto 80 non sempre erano) si è detto di tutto e di più... Sicuramente la mossa fatta ai tempi aveva delle motivazioni strumentali, mirate a creare consenso e "simpatia" verso un governo (non eletto dal popolo) che da poco si era insediato. E' inutile che ci giriamo intorno: da Berlusconi in poi la politica è anke (o soprattutto) marketing... Intanto è notizia di questi giorni che il bonus viene confermato dalla Legge di stabilità del 2015, ovviamente da vedere in che misura, come da te analizzato in precedenza... ...e inoltre bisogna anche analizzare da dove questi soldi vengono "tolti"