BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a +2,05%. Contestati 284 milioni di mancati pagamenti al Fisco

Le notizie riguardanti Mps: le news e l'andamento in Borsa. Intanto Bankitalia torna a parlare degli stress test ed evidenzia come siano stati pesanti per il credito

Infophoto Infophoto

Piazza Affari chiude l'ultima seduta della settimana con un rialzo dello 0,97% e Mps mette a segno un +2,05%, mettendosi in evidenza tra i titoli bancari del listino principale (dove brilla anche il +2,44% di Unicredit). Intanto Mps rischia di dover pagare un conto salato alla Guardia di Finanza, che ha concluso un’indagine su Mps Immobiliare, dalla quale emergono due contestazioni (una Iva e una Ires) negli anni 2008 e 2009. Rocca Salimbeni dovrebbe al Fisco 284 milioni più interessi. Ora la società dovrà fornire dei chiarimenti per evitare l'accusa di elusione fiscale. 

Quando mancano poche ore alla chiusura, Piazza Affari è in rialzo dello 0,4% e Mps continua a guadagnare più della media del listino principale, facendo segnare un +1,4%.

Piazza Affari parte in lieve rialzo, e anche Mps comincia bene l’ultima seduta della settimana, con un +1,2%. Più deboli le altre banche, alcune persino in territorio negativo. Intanto si riaccende la polemica sugli stress test europei. La Banca d’Italia ha infatti fatto sapere che l’Asset quality review è stato dieci volte più pesante sul credito rispetto ai titoli derivati. In particolare, gli aggiustamenti riguardanti i crediti sono stati di 43 miliardi, mentre quelli legati a titoli illiquidi e derivati a 4,6, per tutte le banche dell’Eurozona esaminate. Inoltre, per le banche italiane l'impatto dell'Aqr sui portafogli di credito è stato doppio rispetto alla media europea.

© Riproduzione Riservata.