BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

RIFORMA PENSIONI 2014/ No all'aumento dell'aliquota sulle Casse di previdenza professionali

Il Congresso dei periti industriali formula un deciso no all'aumento dell'aliquota sulle Casse di previdenza professionali come è stato deciso dalla legge di stabilità

Immagine di archivioImmagine di archivio

Secondo quanto scaturito dal Congresso dei periti industriali che è cominciato ieri  Roma, le regole che determinano i meccanismi della Riforma delle pensioni professionale vanno rivisti, soprattutto per quanto riguarda la tassazione sulle rendite delle Casse di previdenza professionali come appare dalla legge di stabilità. Tale legge ha infatti stabilito un innalzamento dell'aliquota sul risparmio previdenziale dal 20 al 26% a partire dal prossimo primo gennaio. Secondo Andrea Camporese, presidente di Adepp, già il 20% è un livello fuori del norma considerando che nel resto d'Europa tali casse non hanno alcuna tassazione. “Una tassazione di questo livello provoca una riduzione dei patrimoni e del welfare assolutamente importante mentre negli altri Paesi europei le tassazioni sulle  plusvalenze dei fondi pensioni non c'è. Non vieni tassato perché reinvesti i tuoi utili. Il risparmio previdenziale delle casse privatizzate dovrebbe essere tutelato non penalizzato" ha detto. 

© Riproduzione Riservata.