BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AGENZIA DELLE ENTRATE/ Tasse e scadenze di dicembre 2014: ai dipendenti una e-mail per denunciare i corrotti

Agenzia delle Entrate, i tre appuntamenti con i pagamenti delle tasse di dicembre 2014: il 16, il 29 e il 31. All'Erario circa 44 miliardi di euro, ecco che cosa di deve pagare. 

(Infophoto) (Infophoto)

AGENZIA DELLE ENTRATE, TASSE E SCADENZE DI DICEMBRE 2014: LA MAIL AI DIPENDENTI PER DENUNCIARE CORRUZIONE - A poche ore dalla prima scadenza in ambito di imposte di questo dicembre 2014, dalla Agenzia delle Entrate arriva anche un’altra novità: si tratta di una casella mail ideata apposta per le denunce anti corruzione ad opera dei dipendenti, ma non solo. Chi vorrà riportare un illecito avrà a disposizione anche una linea telefonica: oltre alla testimonianza scritta, ci sarà  anche qualcuno che ascolta le irregolarità segnalate. Rossella Orlandi, il direttore dell’Agenzia delle Entrate, ha dichiarato che l’obiettivo di questa iniziativa è quello di fare scomparire questo fenomeno, che è presente anche se in limiti contenuti: si tratta di un vero e proprio piano anti-corruzione, per cui se un dipendente constata degli illeciti sul posto di lavoro, è tutelato nel segnalarli a chi di dovere. “Nei prossimi giorni metteremo a disposizione dei 40.000 dipendenti una mail per denunciare i casi di corruzione, in completa privacy e tutela” ha affermato la Orlandi. “Non è una delazione, ma se siamo in ufficio sappiamo se qualcosa non va” ha precisato poi la direttrice, concludendo “E il vero male, come dice Don Mazzi, è in chi guarda e lascia passare”.

AGENZIA DELLE ENTRATE, TASSE E SCADENZE DI DICEMBRE 2014: ECCO COSA SI DEVE PAGARE - Saranno tre gli appuntamenti con le scadenze e i termini fiscali in vista della fine dell’anno: si comincia domani, 16 dicembre e si continua anche il 29 e il 31, l’ultimo giorno dell’anno. Da molto tempo i commercialisti e tutti coloro che operano in ambito fiscale si ritrovano a dover gestire le pratiche, la burocrazia e i conteggi in tempi brevissimi; reclamando un’organizzazione più lineare, meno ammassata e che si mostri strutturata in maniera più intelligente, ma anche quest’anno nulla da fare. Senza contare lo stress a cui tutti, dalle piccole imprese ai professionisti, sono sottoposti a casa dell’ingente mole di lavoro e onere a cui far fronte in un periodo fin troppo concentrato, come ha ricordato lo stesso Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre. L’Agenzia delle Entrate ha comunicato che gli appuntamenti con il fisco saranno ben 200, e in particolare 84 per tutte le società capitali, 62 per le società di persone, ben 66 per dipendenti e pensionati e infine 53 per gli enti non commerciali: entro martedì 16 dicembre andrà pagata la nuova rata dell’Imu, la Tasi, la Tari e ma anche i contributi previdenziali e le ritenute fiscali. Un’attenzione particolare va posta in relazione al pagamento dell’Imu sui terreni agricoli montani, per cui un decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 6 dicembre ha stabilito alcuni cambiamenti nei conteggi per quanto riguarda il 2014, a cui dunque va adeguato anche il versamento dell’imposta. Il 29 dicembre è il turno dell’Iva, che porterà nelle tasche dell’Erario circa 16 miliardi di euro sui 44 totali di questo fine anno; e infine il 31 dicembre 2014 è il termine ultimo per pagare la tassa di registro sulle locazioni.

© Riproduzione Riservata.