BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIPRESA?/ Euro, la "svolta a 180 gradi" che serve all'Italia

Infophoto Infophoto

Quindi se ci sono i due terzi a favore in Parlamento tanto vale uscire subito senza neanche fare il referendum. Il Pd del resto potrebbe dare il suo assenso a un referendum solo nel momento in cui fosse sicuro di vincerlo, ponendo così la pietra tombale su tutte le battaglie contro l’euro.

 

Lei che cosa propone?

L’unico modo per uscire dall’euro è con un decreto legge. Bisogna andare al governo e poi approvare un decreto legge che dica: “Da oggi noi siamo fuori”. Per riuscirvi però occorre un’adeguata programmazione in virtù di un accordo da parte di tutte le forze anti-euro. Nel momento stesso in cui cade questo governo e si va alle elezioni, i diversi partiti che auspicano un’uscita dell’Italia dalla moneta unica si mettono d’accordo per passare dalle parole ai fatti nell’eventualità di una vittoria.

 

Il referendum dell’M5S è inutile?

Per programmare in modo serio un’uscita dall’euro, illudere la gente con un referendum è controproducente. Occorre un patto tra le forze politiche che abbiano nel programma l’uscita dall’euro e che alle prossime elezioni saranno votate in modo democratico sulla base di quel programma. Se questi partiti riusciranno a ottenere la maggioranza, presenteranno un decreto legge che porterà all’uscita dalla moneta unica.

 

La Lega sarebbe disposta a governare con l’M5S dopo le prossime elezioni?

La Lega è disposta a stare con chiunque sostenga le nostre idee. Abbiamo dei progetti, e non certo l’intento di vivacchiare: chiunque appoggi le nostre idee a noi va bene, l’importante è realizzarle.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
21/12/2014 - scenari (GIUSEPPE TATANGELO)

Quando vi sarà " aria " di cambiamenti politici anti-euro, ci sarà un crollo delle borse europee ed una fuga di capitali dall'Italia perché domina l'idea di una nuova moneta sovrana "svalutata" e non quella di una uscita da vincoli assurdi. L'ideale sarebbe una politica " cinica " fedele erede di quella della monarchia sabauda: i Savoia fecero entrare l'Italia nella I guerra Mondiale contro i vecchi " amici" e firmarono la pace separa con l' America, quando avevano consentito all'Italia Fascista di andare in guerra insieme con la Germania Nazista.In altre parole le stesse forze politiche che hanno portato l'Italia nella gabbia dell' Euro inaspettatamente dovrebbero fare un decreto legge per uscirne fuori. Ed ecco il mio piano B : 1) abolire la carta moneta sostituendola con la carta elettronica (rafforzare le banche italiane); 2) spingere verso una maggiore nazionalizzazione del debito statale attraverso la tassazione; 3) infine il Decreto legge " fuori dall'Euro ".