BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

NOTIZIE MPS/ In borsa chiude a -0,81%. Trovato accordo con l'Agenzia delle Entrate sull'operazione Chianti Classico

Vediamo le notizie riguardanti Mps, dalle news riguardanti il titolo di Montepaschi ai rumors e alle notizie pubblicate sui quotidiani concernenti le banche italiane

InfophotoInfophoto

Piazza Affari archivia la penultima seduta del 2014 con un -1,15%, in recupero rispetto alla tarda mattinata. Mps, in questo contesto, è riuscita a chiudere con un -0,81%, riportandosi sopra i 46 centesimi ad azione. Ciò grazie anche al fatto che Montepaschi ha raggiunto un accordo da 126 milioni di euro con l’Agenzia delle Entrate relativamente all’operazione denominata Chianti Classico, ovvero il sale and lease back di immobili strumentali. Di fatto Mps, pur convinto della correttezza del proprio operato, ha ritenuto opportuno arrivare a questo accordo per rimuovere lo stato di incertezza derivante dal contenzioso fiscale che sarebbe potuto nascere dalla vicenda.

Il fatto che in Grecia si andrà a elezioni anticipate ha portato Piazza Affari vicina al -3% e ora il Ftse Mib cede il 2,4%. I titoli più colpiti dalle vendite sono ovviamente quelli bancari e Mps perde il 2,3%, tornando così sotto quota 46 centesimi ad azione. Intanto è stato prorogato fino al 31 marzo 2015 il termine di validità dell'Accordo per il Credito 2013 stipulato con le Associazioni rappresentative del mondo imprenditoriale, in scadenza il prossimo 31 dicembre. In pratica le imprese potranno sospendere per 12 mesi il pagamento della quota capitale delle rate di mutui e di leasing, e di allungare la durata dei mutui fino a 4 anni e quella delle anticipazioni bancarie e del credito agrario di conduzione.

La penultima seduta di Piazza Affari in questo 2014 comincia in ribasso dello 0,3% e Mps va in controtendenza facendo segnare un +0,4% che la porta ben sopra i 47 centesimi ad azione. Intanto alla vigilia delle feste i lavoratori di Montepaschi e le loro organizzazioni hanno chiesto che il Governo intervenga affinché sia fatta chiarezza riguardo il destino della banca senese, visti i frequenti rumors che parlano di fusioni o acquisizioni. Inoltre chiedono di essere coinvolti in una discussione riguardante il loro futuro.

© Riproduzione Riservata.