BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Borghi: Ue, un "conflitto di interessi" che fa affondare l'Italia

InfophotoInfophoto

Il Giappone, per esempio, sta svalutando lo yen, e non è un caso che le pubblicità delle auto giapponesi siano tornate a essere più “aggressive” anche sui media italiani. Il Giappone ha la possibilità di attuare una politica dei prezzi fortemente concorrenziale grazie alla svalutazione dello yen. L’Europa, invece, al cui interno non cessano mai le divisioni, finisce per fare il gioco degli altri.

 

Perché l’economia italiana ne risente di più di quella di altri paesi?

La rinuncia ad attuare politiche anti-cicliche, come hanno fatto tutti gli altri paesi che potevano contare su un’unità d’intenti, ha avuto come conseguenza il fatto che c’è un Paese più penalizzato degli altri, l’Italia. E il motivo è che il nostro è il Paese per il quale la crisi ha avuto un effetto analogo a Grecia, Spagna, Portogallo e Irlanda, ma che si trova costretto ad attuare misure di austerità e a pagare per gli altri Paesi in difficoltà.

 

Per Padoan bisogna cedere altra sovranità all’Ue attraverso l’unione fiscale. Lei che cosa ne pensa?

La cessione di sovranità è un concetto incostituzionale che non dovrebbe essere nemmeno menzionato da parte di un ministro della Repubblica. La nostra Costituzione non prevede cessioni di sovranità, bensì limitazioni in condizioni di parità con gli altri paesi. Francamente mi sembra che in Europa non ci sia neanche traccia di condizioni di parità.

 

Per quali motivi?

Ciò che vedo è qualcuno che distribuisce i compiti a casa e altri che li devono fare. La Germania sottopone i trattati europei che ritiene “scomodi” alla Corte costituzionale di Karlsruhe, senza alcuna intenzione di abdicare alle proprie caratteristiche di sovranità nazionale. Nello stesso tempo si vuole che l’Italia ceda la sua sovranità a quelli che, come dicevamo prima, sono i nostri concorrenti. Questo io lo chiamerei tradimento.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.