BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

IL CASO/ Il "nemico" delle banche centrali toglie lavoro (anche in Italia)

Mario Draghi (Infophoto)Mario Draghi (Infophoto)

Non si tratta di assumere atteggiamenti luddisti, senza tener conto degli immensi benefici che la crescita tecnologica può portare. Ma è un fenomeno che va guidato e interpretato nel modo corretto. Per la prima volta, avverte Wolfe, l’economia del tempo libero è un elemento centrale dello sviluppo. Ma per sfruttare la voglia di turismo o di amore per il bello non basta disporre di un Bel Paese, come dimostra il declino del turismo italiano in un anno in cui tutti i Paesi del Sud Europa hanno guadagnato quote.  

Il trend  che investe l’Occidente riguarda anche l’Italia.  È importante perciò discutere di regole del lavoro con gli occhi rivolti al futuro. Senza dimenticare l’emergenza numero uno: per creare lavoro occorrono i quattrini, necessari per rilanciare gli investimenti.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
14/02/2014 - La Bce deve battere moneta o area euro è fritta (Carlo Cerofolini)

Per far ripartire l’economia e abbattere la disoccupazione, occorre immettere danaro nel sistema, cosa che può fare solo una banca centrale che possa battere moneta - come la Fed Usa e le banche centrali di Giappone, Regno Unito, ecc. - cosa che la Bce non può fare, quindi l’area euro è condannata ad andare in rovina, meno la Germania, per ora, che ha lucrato sanguisugandoci.