BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TASSA SUI BOT/ Se gli interessi “pesano” più della patrimoniale di Renzi

Infophoto Infophoto

Il vero problema è che tutti i risparmi che oggi come oggi sono investiti nel mercato immobiliare, finiscono per essere una ricchezza immobilizzata che rende in modo improduttivo. Diventa utile solo nel momento in cui queste rendite sono spese nuovamente, mantenendo così il livello dei consumi e innescando un processo virtuoso. Tassare le rendite finanziarie riduce i redditi disponibili e quindi abbassa i consumi.

 

C’è il rischio che i risparmiatori trasferiscano il loro portafogli titoli in banche straniere?

Chi dispone di grossi capitali non si farà certo influenzare da un aumento delle aliquote fiscali, e se decide di trasferire il conto corrente all’estero lo farà comunque, anche perché in Svizzera in questo momento il tasso di interesse dei bond biennali è al -0,1%. Questi rischi dunque non esistono, il vero problema è un altro…

 

Quale?

Trovo molto più preoccupante il fatto che le imprese siano invogliate a trasferirsi all’estero. A gravare su di loro, prima ancora che le imposte, sono i costi della burocrazia. Mi auguro quindi che il governo intervenga soprattutto su quest’ultimo aspetto.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.