BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

RIFORMA FISCALE/ Cinquanta euro in più al mese in busta paga?

Secondo Filippo Taddei, responsabile economico del Pd, i tagli al cuneo fiscale, alla spesa pubblica e gli sgravi Iperf permetteranno sicuri benefici economici ai cittadini

(Infophoto)(Infophoto)

Il taglio del cuneo fiscale e gli sgravi Irpef annunciati da Matteo Renzi garantirebbero 50 euro in più in busta paga alla fine del mese (a chi ne guadagna 1600). Filippo Taddei, responsabile economico della segreteria del Partito Democratico, ospite a 24 Mattino (su Radio 24) ha parlato dei tagli al cuneo fiscale – “Pensiamo che nell'arco di 12 mesi 8 miliardi siano ampiamente alla portata” – e dei conseguenti benefici economici: “Se un lavoratore guadagna 1.600 euro netti significa che dichiara circa 30mila euro lordi. A questa persona con la nostra riforma fiscale riusciremo a dare 500-600 euro l'anno, circa 50 euro netti in più in busta paga al mese. Questo cambia la vita? No. È un segnale tangibile? Sì. È un passo nella direzione giusta. Ci siamo impegnati per una riduzione drastica della tassazione sul lavoro, e lo faremo”. Taddei si mostra sicuro sul reperimento delle risorse necessarie per una manovra del genere: “Puntiamo alla riduzione del 10% dell'Irap per un totale di 2,3 miliardi”. Anche la spesa pubblica deve certamente essere ridimensionata: “Il piano di Cottarelli apporterà cambiamenti radicali rispetto al passato. E accanto a Cottarelli il Pd ha svolto un lavoro parallelo di revisione della spesa. Secondo i nostri calcoli è possibile recuperare 5-6 miliardi nell'arco di 12 mesi proprio dal taglio della spesa.”

© Riproduzione Riservata.