BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

J’ACCUSE/ Bagnai: Renzi-Padoan, il governo è già "succube" dell'Europa

Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan (Infophoto)Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan (Infophoto)

Bisognerebbe capire quanto la costruzione europea sia realmente tale. I fondamenti intellettuali dell’Eurozona sono di fatto chiaramente ascrivibili al monetarismo statunitense. L’eccessiva fiducia nel mercato finanziario da parte di questa impostazione ha consentito di credere che una volta introdotta la moneta unica i flussi di capitale privati avrebbero compensato tutti gli squilibri tra i diversi Stati. A ciò si aggiunge l’idea che la governance economica possa essere assicurata da regole fisse, come quelle che fanno crescere la massa monetaria del 4,5%.

 

Come vede invece la posizione del ministro Padoan nei confronti dell’Europa?

Il ministro Padoan ha compiuto un brillante percorso di carriera in istituzioni internazionali di prestigio dove era rappresentato il nostro Paese. Sono però preoccupato nel sentirgli fare delle affermazioni chiaramente in contrasto con quelle di tanti altri economisti. Padoan ha infatti parlato della necessità di adottare in Italia delle misure di austerità. All’interno della maggioranza questo tipo d posizione non ha più un supporto granitico come due o tre anni fa, e quindi questo atteggiamento, al di là del fatto che non è tecnicamente corretto, dal punto di vista politico mette a rischio la coesione del governo. Con atteggiamenti intransigenti di questo tipo la governabilità del Paese non si assicura.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.