BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COMMISSIONE EUROPEA/ L'Italia retrocessa per squilibri economici eccessivi

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Brutta notizia per il nostro paese lanciato nella corsa alla crescita per uscire dalla crisi. La Commissione europea ha infatti retrocesso l'Italia perché gli aggiustamenti strutturali sui nostri conti sarebbero insufficienti, rendendoci insieme a Croazia e Slovenia l'unico paese con squilibri eccessivi. Escono invece da questa speciale classifica negativa Spagna, Grecia, Portogallo, Cipro e Romania. Il motivo è però dovuto al fatto che si tratta tutti di paesi sotto programma di aiuti e quindi non possono essere presi in considerazione in questo tipo di analisi. Secondo il rapporto reso noto oggi, ciò che penalizza l'Italia è la limitata produttività del lavoro, una delle cause principali del nostro alto debito pubblico, quindi la nostra scarsa competitività. Infine il dato peggiore: gli aggiustamenti strutturali sono insufficienti. C'è bisogno, si legge, di surplus primari molto alti e al di sopra dei livelli storici e di una crescita robusta del Pil per un periodo prolungato. La manovra del 2014 quindi appare insufficiente. Note negative anche per Germania (scarsa domanda interna e risorse economiche non bene distribuite) e Francia (bassa competitività permanente).  



© Riproduzione Riservata.