BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPILLO/ Così la "trappola della moneta" ci rende schiavi della finanza

Infophoto Infophoto

Le scelte di politica economica e delle persone operate dal governo Renzi appaiono perfettamente funzionali a una logica di sottomissione non già a un governo straniero o alla chimera dell’Unione europea, ma agli interessi cinici e implacabili del sistema finanziario internazionale. Se poi continuiamo a volerci infliggere da soli assurdità come “il vincolo europeo” inserito nell’articolo 81 della nostra Costituzione, con buona pace di Mario Monti e di Giorgio Napolitano che hanno voluto rinunciare alla “sovranità di bilancio”, unico caso in Europa, allora il futuro dell’Italia non potrà che essere pessimo. Ciò a prescindere da chi siederà a Palazzo Chigi e al Quirinale.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
20/04/2014 - L'unica soluzione (Renato Mazzieri)

Articolo ineccepibile. Per non ripetere quello che ha provocato l'attuale situazione, bisogna ridistribuire la ricchezza dal capitale al lavoro, con una moneta dei popoli - al posto di quelle degli stati e delle banche - e riportare la finanza all'economia reale con un sistema di credito sulla fiducia e senza interessi.