BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALITALIA/ Le tre condizioni di Etihad che "riavvicinano" Air France

Pubblicazione:venerdì 25 aprile 2014 - Ultimo aggiornamento:venerdì 25 aprile 2014, 17.05

Infophoto Infophoto

Non necessariamente, ma se Alitalia arrivasse a quella data nella stessa situazione di stallo e di incertezza in cui si trova oggi a quel punto andrà presa una decisione. Le possibili alternative sono nuovi fondi investiti da parte degli azionisti, nonché attuare misure di discontinuità e di ridimensionamento ulteriore.

 

Quali alternative ha Alitalia rispetto ad accettare le condizioni di Etihad?

Etihad ha l’atteggiamento di chi si sente un vincitore e detta le condizioni di una resa, al punto che vuole quasi che Alitalia le sia regalata. Esistono però poche reali alternative, a parte lo sciagurato intervento di Poste Italiane deciso dal governo Letta, che ha fatto sì che fossero buttati degli altri soldi pubblici per 75 milioni di euro. Anche se Alitalia ha perso più sotto la gestione privata dei capitani coraggiosi che sotto la gestione pubblica. L’opzione più logica sarebbe però quella di ritornare a fare un discorso con Air France-Klm, che è già azionista di Alitalia. Vedo difficile ricorrere ad altri partner industriali, che non è detto porrebbero condizioni diverse o migliorative rispetto ad Air France o Etihad.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
25/04/2014 - commento (francesco taddei)

è vero, loro sono i vincitori! avete visto la loro forza? e le condizioni che dettano sono quello che vale realisticamente un'azienda fallita come alitalia. le stesse condizioni andrebbero imposte a politici e amministratori politicizzati e sindacalizzati che per vent'anni l'hanno malgestita e portata al fallimento. l'alternativa? diventare uno scalo di parigi, con perdita di introiti e dignità.