BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Così la finanza americana "controlla" Obama e l'Europa

Infophoto Infophoto

Le industrie farmaceutiche mondiali non hanno tardato a reagire iniziando un’ondata di M&A nel settore. Oltre alle ovvie questioni puramente finanziarie, sembra che la big pharma voglia rispondere all’Obamacare creando delle superstrutture mondiali, ciascuna specializzata in settori ben precisi. Quindi, nuovamente una risposta che sembra un ricatto monopolistico mondiale ai piani di “equità sociale” voluti dal presidente Obama. Inoltre, queste superstrutture farmaceutiche potrebbero avere effetti negativi molto significativi anche nelle zone di libero scambio, come avverrebbe all’Europa dopo l’entrata in vigore del Ttip. Secondo molte Ong che difendono i pazienti europei, l’entrata in vigore del Ttip porterà alla necessaria deregolamentazione dei servizi sanitari, cioè allo smantellamento del sistema di welfare europeo. 

© Riproduzione Riservata.