BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GEO-FINANZA/ Cosa cambia dopo l'accordo tra Russia e Cina?

Pubblicazione:giovedì 22 maggio 2014

Vladimir Putin e Xi Jinping (Infophoto) Vladimir Putin e Xi Jinping (Infophoto)

A tal proposito Grillo, Farage e la Le Pen (solo per citare i più significativi euro contestatori), ma anche tutti gli altri frastagliati estremisti di sinistra e di destra saranno gli utili grimaldelli per scatenare la divisione dell’Europa. Il primo grande test si farà in Italia, tra pochi giorni. I capitali europei troveranno “facile rifugio” nel dollaro, a tutto vantaggio degli Usa. In pratica, se non si accetta “volontariamente” il Ttip lo si subirà nei fatti. Il gas russo sarà progressivamente sostituito da quello liquefatto americano, e la Russia perderà una fetta considerevole di riserve in dollari ed euro.

Non si può non chiudere con un accenno alla “farsa Italia”, che in un clima di indecenti scontri verbali tra i principali esponenti politici si avvia a delle “brutte” elezioni europee. Risalta che anche il capo del governo non ha resistito all’imbarbarimento linguistico-culturale. Dalla Svizzera, il capo dello Stato fa sapere che la dialettica è segno di una vivace democrazia e che, comunque vada, le elezioni riguardano l’Europa e non il suo terzo governo autocefalo che andrà comunque avanti. Sulle gravi questioni internazionali e sui rischi diretti per l’Italia, il massimo che abbiamo sentito dal governo sono appelli salvifici per “continuare il processo di democraticizzazione in Libia” (ma quando mai è iniziato?) oppure la richiesta di “intervento dell’Onu”. Le dichiarazioni di Renzi alla rivista Vita non lascano dubbi sulla sua competenza di statista: “Le organizzazioni internazionali che ci stanno a fare in Libia? Mettiamo l’organizzazione dell’Onu per i rifugiati a fare i campi profughi sulle coste libiche o no? Secondo me sì”. Anticipando la posizione italiana per il G7 di giugno, Renzi ha detto: “Il modo con cui l’Europa si occupa della Libia è sotto gli occhi di tutti… manderà inviati speciali dei singoli Paesi e lo faremo anche noi. Ma poi qual è l’idea dell’Ue?”.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >