BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Francia e Germania, il debito che fa più paura dell'Italia

Pubblicazione:lunedì 26 maggio 2014

Infophoto Infophoto

Cosa fare? Un quarto di secolo fa, in un libro scritto a quattro mani con Giuseppe Scanni (Debito,Crisi, Sviluppo Marsilio, Venezia 1991) descrivemmo la “grande ristrutturazione regionale” (con garanzie Usa) del debito dell’America Latina. Successivamente, alla fine degli anni Novanta, la “crisi asiatica” comportò un’altra “grande ristrutturazione regionale”, sempre con una mano americana provvidenziale. Questa volta, gli europei se la dovranno cavare da soli, con le loro istituzioni tra cui il nuovo Parlamento europeo appena eletto. La strumentazione tecnica non manca. Occorre chiedersi se c’è quella che un tempo veniva chiamata “la volontà politica”.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
26/05/2014 - commento (francesco taddei)

se germania e francia vanno peggiorando ciò non favorisce noi. per ristrutturare il debito senza farlo pesare sui cittadini, come avviene da 153 anni a questa parte occorre piena liberalizzazione della scuola, degli ordinio professionali, dei servizi locali e privatizzazione degli immobili di stato e della rai. lasciando stare, anzi proteggendo le ultime eccellenze italiane, senza cioè regalarle agli stranieri, come fatto da prodi e amato.