BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TASSE/ I figli e figliastri del bonus da 80 euro di Renzi

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

Solo 80 euro o qualche miliardo, certamente, non rimettono in moto un Paese da troppi anni ripiegato su se stesso, ma hanno un duplice significato. Il primo definiamolo, come i detrattori dicono, simbolico, che per una volta lo Stato restituisce qualcosa alle famiglie. Il secondo, che pur importante non è sufficiente. Allora quanto fatto quest’anno deve essere l’avvio per una soluzione a regime che dia certezza del mantenimento negli anni degli 80 euro sia per chi li ha ricevuti, ma anche per chi quest’anno non ha ricevuto nulla, eliminando le distorsioni che in quest’occasione si sono riscontrate, affinché non si facciano “figli e figliastri”.

Si è dimostrato che volendo i fondi si trovano anche in brevissimo tempo; ci sono molti mesi davanti per trovare i fondi necessari, che devono essere, come si è tentato di dimostrare, più di quelli stanziati quest’anno (peraltro non ancora noti con esattezza). Tagli di spesa pubblica improduttiva, ristrutturazione di agevolazioni e sussidi, misure per la ripresa economica sono le “armi” da utilizzare. Armi che non uccidono, ma che ridanno speranza all’Italia.

© Riproduzione Riservata.