BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALITALIA/ Gli errori del 2008 dietro ai nuovi esuberi

Infophoto Infophoto

Alla fine ritengo che sarà risolto anche questo nodo, che rappresenta un problema soprattutto per le banche. Tutti gli attori attorno al tavolo faranno del loro meglio per evitare una situazione ancora più grave di quella che si sta paventando oggi. Quello che sembra emergere dalle indiscrezioni degli ultimi giorni è un piano d’investimento che può portare l’azienda lontano, seppur nell’ottica degli interessi di Etihad con tutto ciò che ne consegue.

 

Che cosa ne sarà di Linate e Malpensa con la gestione di Etihad?

Inizialmente si era detto che Malpensa doveva essere l’aeroporto destinato principalmente al cargo, anche se poi manteneva un traffico passeggeri. Poi si è parlato di un decreto sulla liberalizzazione, o quantomeno sul riordino dell’assetto aeroportuale italiano. Ora invece si dice che anche Malpensa sarà potenziato, in quanto saranno aggiunte delle nuove rotte, e quindi ci saranno investimenti anche sullo scalo varesino, oltre che sull’aeroporto principale che sarà Fiumicino. Bisognerà però trovare delle modalità adeguate, altrimenti il problema annoso del dualismo Malpensa-Fiumicino rimarrà inalterato.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.