BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Tango bond e Kirchner: l’Argentina va verso un altro 2001

Pubblicazione:sabato 21 giugno 2014

Cristina Kirchner (Infophoto) Cristina Kirchner (Infophoto)

Inflazione alle stelle, produzione nazionale bloccata in molti settori a causa delle “geniali” norme attuate economicamente in questi ultimi anni, insicurezza, dominio della malavita e del narcotraffico in intere zone del Paese, povertà a livelli mai registrati prima d'ora, Stato che stampa quantità industriali di pesos, ma sopratutto scandali che coinvolgono tutto l'attuale entourage cristinista (o kirchnerista come dir si voglia), che proprio l’altro giorno hanno registrato un evento inaspettato. Una manifestazione popolare autoconvocatasi via internet, durante la quale decine di migliaia di persone hanno manifestato a favore del magistrato Campagnoli, che ha avuto il torto di indagare e provare tutte le malefatte governative già descritte.

Un lavoro per cui era stato dapprima allontanato dalle sue funzioni e poi addirittura processato, provvedimento che ha subito una potente retromarcia proprio a causa della volontà di un popolo che ormai non crede più alle favole di un potere che si è dimostrato fallimentare. Come tutto il Peronismo post-1955, movimento che ha portato l'Argentina a soffrire disastri sia economici che umani (si pensi alla dittatura degli anni Settanta).

Per ora i sondaggi per le lezioni Presidenziali del 2015 danno come favorito Massa, un peronista che ha rotto i ponti con il kirchnerismo, che promette un Paese differente (a dir la verità non ci vuole molto): speriamo vivamente che, in caso di vittoria, non si trasformi nella terza versione di un movimento politico che già ha fatto versare abbastanza lacrime al Paese.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
23/07/2014 - Dove si trovano i nostri capitali estorti? (Silvano Rucci)

Non piangere più Argentina . . . . . lacrime di coccodrillo! Molti risparmiatori italiani hanno perso i loro capitali investiti e gli interessi da 13 lunghi anni: chi ha speculato su questo macro esproprio organizzato?