BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA E POLITICA/ Bagnai: l'Italia sì è fatta "fregare" ancora dall'Europa

Angela Merkel (Infophoto) Angela Merkel (Infophoto)

Ma per quale ragione Angela Merkel dovrebbe preoccuparsi dell’Italia e delle richieste italiane, dopo tutti questi anni in cui abbiamo trattato come se fossimo in ginocchio? I movimenti critici verso l’euro in Italia si sono attestati intorno al 10% circa. Ma il problema non è nemmeno questo. Il vero problema è che noi, con il governo di Enrico Letta prima e poi con la conferma del governo di Matteo Renzi (penso che lo sappia), abbiamo messo nella Costituzione, articolo 81, il rispetto del pareggio di bilancio. E allora che preoccupazione dovrebbe avere la Merkel di fronte a un simile principio sancito dalla nostra Costituzione? Alla fine questa dichiarazione della Merkel fa diventare la vittoria di Renzi alle europee una sorta di “vittoria di Pirro”. Per sforare il 3%, perché poi è di questo che si tratta, che cosa facciamo, violiamo la Costituzione? A meno che non si dica che fissare nella Costituzione il pareggio di bilancio sia stata una specie di finta.

 

In questo contesto sembra quasi di aver fatto un autogol.

Abbiamo voluto, tanto per cambiare, essere più realisti del re, abbiamo sempre trattato in modo subalterno e a questo punto non so proprio quali margini di manovra possiamo avere, anche con il semestre europeo “italiano” davanti a noi.

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.