BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DL IRPEF/ Salta l'estensione alle famiglie monoreddito con figli, ecco cosa è successo

Pubblicazione:martedì 3 giugno 2014 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 4 giugno 2014, 9.57

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

DECRETO IRPEF SALTA IL BONUS FAMIGLIE MONOREDDITO - Nonostante quanto promesso e che trapelava ieri tra una pausa e l'altra delle riunioni della commissione finanze e bilancio del senato, niente allargamento del bonus Irpef alle famiglie numerose e monoreddito. L'emendamento fortemente voluto dal Ncd non è stato dunque approvato e, si dice, verrà invece inserito nella prossima legge di stabilità. Quando? Non si sa. Si pensa nel 2015, come dice l'emendamento approvato: "saranno prioritariamente previsti interventi di natura fiscale che privilegino, con misure appropriate, il carico di famiglia e, in particolare, le famiglie monoreddito con almeno due o più figli a carico". Eppure ancora ieri il relatore D'Alì del Ncd dava per scontata l'inclusione nel bonus Irpef delle "famiglie monoreddito con due o tre figli a carico" ma evidentemente i 70 milioni di euro previsti non hanno trovato copertura.

DECRETO IRPEF BONUS FAMIGLIE MONOREDDITO - Ci sarebbero novità in arrivo per quanto riguarda il decreto legge Irpef, stando alle ultime notizie che arrivano dalle commissioni finanze e bilancio del senato impegnate in queste ore appunto a riprendere in mano e rivedere il testo. Secondo quanto si viene a sapere, tutti coloro che hanno perso il beneficio dovuto al non aver pagato le due rate previste, potranno comunque fare ricorso alla rateizzazione delle somme dovute a Equitalia fino a un massimo di 72 rate. Va presentata domanda entro il mese di luglio. Altri punti in ballo: l'estensione del bonus Irpef alle famiglie monoreddito con figli e l'ampliamento del taglio Irap. Solo domani mattina a questo punto il dl potrà essere discusso in aula quando invece si sarebbe dovuto cominciare oggi. Per quanto riguarda l'estensione secondo il co relatore del provvedimento Antonio D'Alì si vorrebbe arrivare a un plafond di 60 o 70 milioni di euro per la copertura. Sarebbe poi confermato il discusso taglio di 150 milioni di euro alla Rai, taglio che sta provocando forti polemiche. 



© Riproduzione Riservata.