BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

IMPOSTA RENDITE FINANZIARIE/ La doppia "stangata" a famiglie e imprese

InfophotoInfophoto

Sono d’accordo con loro. L’aumento dell’aliquota, che è una vera imposta patrimoniale, si aggiunge ad altre mini-patrimonialine come l’aggravio dell’imposta di bollo.

 

Quali saranno le conseguenze?

Le tre ragioni che ho illustrato fanno dell’aumento dell’aliquota sui conti correnti un classico esempio dello Stato che prende dove può. Non c’è però una giustificazione che regga rispetto a come è stata fatta, rispetto a quanto è discriminatoria nei confronti dello Stato e rispetto alla somma di imposte che negli anni recenti hanno finito per tartassare il risparmiatore.

 

Ieri è scattato l’obbligo del Pos per idraulici e antennisti. Come valuta questa novità?

Lo ritengo un perfetto esempio di come lo Stato metta i contribuenti gli uni contro gli altri. L’effetto di questa misura, cioè l’obbligo di Pos per artigiani e professionisti sopra ai 30 euro, non accompagnato da sanzioni, comporta un aumento degli aggravi per tutti coloro che rispetteranno la normativa. D’altra parte il fatto che non ci siano sanzioni ottiene l’effetto di spaccare i contribuenti. Poniamo che il cittadino si rivolge al professionista o all’artigiano e questi gli risponda che non è obbligato ad averlo. A quel punto il cittadino si sentirà legittimato a pensare che l’artigiano o il professionista che si trova di fronte è un evasore, invece che magari un lavoratore con l’acqua alla gola che vuole evitare un obbligo non accompagnato da sanzioni.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
01/07/2014 - Pos si, ma con spese di incasso (Moeller Martin)

Per il pagamento tramite POS si può chiedere il rimborso delle commissioni oltre alle spese di incasso: si aggiunge 5 € in fattura (esente IVA se ricordo bene), pagabili tramite POS ovviamente. Nell'industria è prassi normale, così come l'addebito delle commissioni sui pagamenti con carta di credito negli USA.