BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ASSOPOPOLARI/ Ettore Castelli eletto nuovo presidente

Pubblicazione:giovedì 10 luglio 2014

Ettore Castelli Ettore Castelli

Nel pomeriggio di giovedì 10 luglio, al termine delll’assemblea ordinaria dell’Associazione Nazionale fra le Banche Popolari, il consiglio di amministrazione ha dato il via libera alla nomina di Ettore Castelli a presidente di Assopopolari. La decisione del cda, ricaduta sul presidente della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, è stata unanime. Castelli va così a succedere al Dott. Emilio Zanetti, che per un biennio ha guidato l’Associazione, ringraziato per il lavoro svolto (“profonda gratitudine per l’impegno e la passione con cui ha svolto la sua opera”) nei due anni ch elo hanno visto alla guida di Assopopolari. Queste invece le parole del neo presidente immediatamente dopo aver ricevuto l’incarico: “È un grande onore per me assumere oggi la presidenza dell’Associazione Nazionale fra le Banche Popolari. Ringrazio tutti coloro che mi hanno accordato la propria fiducia e assicuro il massimo impegno nel sostenere, in ogni sede, i valori fondanti di un modo peculiare di fare banca che ha radici lontane nel tempo ma che ha saputo via via rinnovarsi confermando la propria vitalità”. E ancora: “Siamo orgogliosi dell’aggettivo popolare che figura nella ragione sociale dei nostri istituti e consapevoli che la forma cooperativa è ancora oggi la più adeguata per mantenere e rafforzare quel ruolo di banca dei territori che ritengo sia un fattore determinante di successo. Non a caso, pur in una situazione di crisi profonda e a prezzo di grandi sacrifici, le Banche Popolari hanno saputo mantenere negli ultimi anni un solido legame con l’economia reale, senza arretrare di fronte alla domanda di famiglie e imprese”. Castelli ha dunque concluso: “È un sostegno concreto che continueremo ad assicurare, con rinnovato vigore, al tessuto produttivo e in particolare alle piccole e medie imprese, per contribuire a un rafforzamento delle opportunità di ripresa economica che iniziano, pur tra molte incertezze, a profilarsi”.



© Riproduzione Riservata.