BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALITALIA/ Veneziani (Uilt): l'accordo sugli esuberi è illegittimo

Pubblicazione:sabato 19 luglio 2014

Infophoto Infophoto

Per quanto riguarda i piloti la soluzione si è trovata. Alla fine il numero dei lavoratori di Alitalia è stato largamente ridotto, perché erano 2.250 e alla fine saranno circa 800. Dopo di che per questi 800 ci saranno degli ammortizzatori sociali importanti, e inoltre c’è un ente che cercherà di riportare la questione sotto il patrocinio dell’Enac e di trovare dei posti di lavoro per questi signori che comunque dopo essere rimasti a terra per alcuni anni avranno dei buoni ammortizzatori sociali.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
20/07/2014 - Che lagna! (mauro bazzi)

A me sembra che i sindacati italiani abbiamo tenuto sotto scasso governi, imprenditori e lavoratori per troppo tempo. Non capisco perchè i lavoratori di Alitalia devono essere sempre (da tanti anni) sul groppone della collettività e che una parte delle tasse che pago debbano sempre finire nelle tasche di Alitalia. E' ora di dire basta!Bisognerebbe proprio che Alitalia fallisse. Allora i lavoratori e i sindacati si accorgerebbero di quanto siano stati fortunati in questi anni a confronto dei colleghi delle altre compagnie!

 
19/07/2014 - E basta con questo accordo Alitalia! (Giuseppe Crippa)

Per favore basta con la storia che una determinata categoria è particolare ed il suo lavoro ha riflessi sulla sicurezza di altre persone! Questa è un’ovvietà che vale – ovviamente in misura più o meno diretta – per il lavoro di tutti. Qui non sono in gioco le condizioni del lavoro ma il fatto di lavorare o meno e questo dovrebbe valere allo stesso modo per tutti i lavoratori di questa repubblica che si dice fondata sul lavoro e non su alcuni lavori in particolare ed altri meno o niente. Ovviamente Veneziani (ed anche il signor Gazzoli) non saranno d’accordo con me ma pazienza...