BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ Le "previsioni" che fan paura a Russia e Ue

Pubblicazione:

Vladimir Putin (Infophoto)  Vladimir Putin (Infophoto)

In Polonia, poi, il ministro dell’Agricoltura, Marek Sawicki, ha addirittura fatto appello all’Organizzazione mondiale per il commercio (Wto), chiedendo che vengano prese misure di condanna verso Mosca, dopo che le stime hanno calcolato un danno pari allo 0,6% del Pil per il bando sull’export di frutta e verdura: «Pensiamo che la Russia abbia violato le leggi internazionali con il suo embargo. Se un membro del Wto pensa che un altro membro abbia adottato misure non in conformità con le regole del Wto stesso, quest’ultimo può chiedere una misura di mediazione», ha dichiarato Sawicki. In ultimo, la Repubblica Ceca si è già unita alla Spagna nella richiesta all’Ue di compensazione per le perdite già patite. Insomma, un bel guaio.

Ora, guardate questo grafico: dall’avvio delle sanzioni, l’indice S&P 500 della Borsa di New York ha stabilito nuovi massimi e le aziende Usa non stanno soffrendo affatto per l’embargo russo, a Mosca l’indice Micex sta performando alla grande, mentre c’è un unico grande sconfitto, l’Europa. Sicuri che ci sia convenuto sottostare ai diktat di Washington? Capito ora il motivo della tiepidezza di Angela Merkel?

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
16/08/2014 - Lo shale-oil americano è soltanto un'altra bolla (Pietro Sita)

La preoccupazione del calo del prezzo del petrolio penso sia risibile. Primo perché il prezzo del petrolio è taroccato dalle banche d'affari che hanno tutto l'interesse, in combutta con le grandi compagnie petrolifere, a mantenere i prezzi alti. Un prezzo basso poi non conviene neppure agli USA perché il famoso shale-oil è molto costoso(ed anche molto inquinante). Consiglio e seguenti articoli che non vengono mai ripresi della stampa di DISINFORMAZIONE nazionale: http://www.zerohedge.com/news/2014-08-13/wall-streets-shale-fraud-exposed http://www.zerohedge.com/news/2013-10-07/guest-post-about-shale-oil-gas-miracle In parole povere i pozzi che usano la tecnologia del fracking in pochi anni vedono la produzione diminuire esponenzialmente. Di conseguenza devono essere perforati sempre nuovi pozzi e quindi l'ammortamento del costo di perforazione diventa troppo rapido e costoso. Un calo vistoso del prezzo del petrolio porterebbe al fallimento di molte società che si sono lanciate nel business. Altro argomento: la ripresa che si dice non sia così robusta. Già, visto i miracoli della Cina che continua a sfornare dati(?) di tutto rispetto ...ma taroccati. L'unico dato veramente significativo è quello del consumo dell'energia elettrica e...cosa succede in Cina: http://www.zerohedge.com/news/2014-08-15/chinese-power-consumption-crashes-lowest-growth-16-months-tumbles-10-shanghai-much-2. Beh io faccio il tifo per Putin. F...k Obama le sue sanzioni e il suo shale oil!!

 
16/08/2014 - Europa imbelle (Giuseppe Crippa)

Sono certo che l’Europa aiuterà la Spagna e la Finlandia per le mancate esportazioni agricole in Russia nello stesso modo col quale sta aiutando l’Italia per l’arrivo dei migranti dalla Libia. Di questo si farà certamente garante Renzi, presidente di turno dell’Unione…