BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPENDING REVIEW/ Forte: Renzi-Cottarelli, uno “scontro” che aiuta la lobby del Corriere

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Affermare che la colpa sarebbe di Renzi e non di Cottarelli è un po’ riduttivo. Cottarelli è stato nominato da Letta nel novembre 2013, e in questo tempo ha prodotto 17 dossier, mentre tutto ciò che doveva fare era un elenco di spese da tagliare nei vari campi. È un paradosso perché ci si propone di combattere la burocrazia con un aumento della burocrazia.

 

Renzi ha detto: “Andremo avanti anche senza Cottarelli”. È davvero possibile?

Renzi può benissimo tagliare le spese senza Cottarelli Basterebbe riprendere in mano i rapporti della Corte dei Conti, e proseguire su quella linea. Nella guerra per abolire le strutture burocratiche del Senato, Renzi si dimentica che nelle commissioni Finanza, Bilancio e Tesoro ci sono dei tecnici super-esperti che potrebbero realizzare la spending review ottimamente. Cottarelli al contrario sembra ignorare concetti fondamentali per chiunque voglia realizzare il compito che gli è stato affidato.

 

Per Renzi raggiungeremo un deficit/Pil al 2,3%. Come valuta la sua dichiarazione?

Se il rapporto deficit/Pil attualmente è pari al 3,3%, riportare il rapporto al 2,3% equivale a una manovra di 16,5 miliardi di euro. Leggendo gli studi di Baldassarre, si vede che gli studi di bilancio a legislazione invariata che proiettano il deficit/Pil al 3,3% sono un bluff ministeriale, sulla cui base si fa poi l’operazione per scendere al 2,3% fingendo di avere fatto dei tagli. È il concetto di legislazione invariata che va rivisto. L’ipotesi include il fatto di avere il bilancio al 3,3%, mai poi è da vedere se siano già state calcolate tutte le possibili spese. Prima si compie la previsione, poi si va a vedere che sia virtuosa con una manovra da un punto di Pil. Tutto dipende quindi dal fatto che la base da cui si parte sia virtuosa.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.