BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MARCHIONNE/ Fortis: per cambiare l'Italia si "sacrifichi" il settore pubblico

Pubblicazione:

Sergio Marchionne (Infophoto)  Sergio Marchionne (Infophoto)

Abbiamo per esempio l’aspetto della sanità, su cui oggi c’è la possibilità di detrarre le spese mediche anche per persone che hanno redditi fino a 15-20mila euro mensili netti.

 

Il bonus degli 80 euro però è sembrato non produrre risultati …

I consumi delle famiglie sono aumentate dello 0,1% sia nel primo sia nel secondo trimestre 2014, e lo ritengo già un primo dato positivo. Non sono certamente d’accordo con quanti affermano che gli 80 euro non sono serviti a nulla solo perché a giugno sono cadute le vendite al dettaglio, che è un dato piuttosto marginale.

 

Infine, quanto ritiene che siano preoccupanti i dati sull’occupazione?

Nel secondo trimestre 2014 l’occupazione nel Nord Italia è aumentata dello 0,3% rispetto al secondo trimestre 2013, al Centro è cresciuta dello 0,8% e al Sud è caduta dell’1,5%. L’Italia insomma non è tutta uguale, anche per quanto riguarda i settori. L’industria a livello nazionale in un anno ha aumentato l’occupazione del 2,8%, con un +3% al Nord, +6,6% al Centro e un -2% al Sud. A penalizzarci è il crollo del 3,8% dell’occupazione nelle costruzioni, pesante soprattutto al Centro e al Nord, e dei servizi che al Sud hanno registrato il -1,2%.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
31/08/2014 - MARCHIONNE (delfini paolo)

Marchionne e la Fiat, invece, oltre al fatto di avere spostato sede legale e fiscale all'estero, quali "sacrifici" hanno fatto per l'Italia?