BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ Ecco perché le banche centrali ci vogliono più poveri

L'Eurotower di Francoforte, sede della Bce (Infophoto) L'Eurotower di Francoforte, sede della Bce (Infophoto)

Confesercenti, Confcommercio, associazioni varie dei consumatori, Cgia di Mestre: l'elenco è troppo lungo per citarle tutte, ma tutte dicono la stessa cosa, la crisi continua e non c'è alcuna ripresa.

Ma l'obiettivo di certe dichiarazioni e di certe prese di posizioni è ben altro, evidentemente. L'obiettivo è quello di costringere gli stati a vendere i propri beni preziosi a prezzi stracciati, in modo da realizzare quei profitti (o quelle prese di potere) che i mercati finanziari tra poco smetteranno di dare (e nel medio periodo non daranno più).

A questo piano devastante si oppone un solo ostacolo: la volontà dei popoli. Sapranno i popoli opporsi e vincere la sfida? Questa è la vicenda drammatica che si svolgerà in Europa nei prossimi mesi. E dallo svolgimento di questa vicenda dipenderà l'esistenza dell'Europa stessa così come oggi la conosciamo.

Intanto i potenti della terra si sono trovati a Newport nel Galles, per decidere le sanzioni contro la Russia, sanzioni che rischiano di aggravare la già tanto devastata economia europea. I potenti si sono fatti fotografare vicino ad un modernissimo aereo F35, quasi a voler ammonire la Russia del pericolo incombente. Quello che invece non è stato osservato da nessuna fonte giornalistica tra le maggiori è che l'aereo in questione non era vero, ma un modello di legno a grandezza naturale. Gli aerei veri in questione non possono volare, bloccati da un provvedimento urgente dell'aviazione americana, visti i numerosi difetti e incidenti avvenuti recentemente. L'aereo di legno sembra così simboleggiare l'incapacità dei potenti di fare i conti con la realtà. Una ben triste situazione.

© Riproduzione Riservata.