BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ Scozia indipendente? L'eurozona rischia di saltare

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Sono infatti molti gli istituti dei Paesi periferici ad essersi lanciati in sempre nuove emissioni obbligazionarie, come ad esempio la principale banca spagnola, Santander, che martedì ha annunciato un piano per emettere fino a 2,5 miliardi di euro in bond convertibili "CoCo", ovvero un tipo di obbligazione che garantisce un rendimento relativamente alto ma che può subire un write-off totale se i livelli di capitale della banca scendono sotto un certo livello: insomma, un investimento di quelli decisamente a rischio. Il problema è che sempre più analisti si dicono certi che molte altre banche della periferia dell'Ue ricorreranno all'emissione di questi tipi di bond nei prossimi mesi per andare incontro alle loro necessità di finanziamento in vista anche degli stress test e per tamponare il deleverage dei bilanci, e questo è interpretato come un qualcosa di molto pericoloso: "È arrivato il tempo di preoccuparsi riguardo il capitale bancario, quando gli istituti più deboli provano a inondare i mercati", ha messo in guardia l'analista di Mint Partners, Bill Blain.

(1 - continua)




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
07/09/2014 - ormai questa è ossessione paranoica (marco pezzi)

mi spiace commentare cosi duramente, i Suoi articoli mi hanno affascinato per anni. Onestamente credo la sua sia ormai un'ossessione paranoica, perchè ha la tendenza perniciosa di riportare qualunque evento nel mondo solo con lo scopo di avvalorare la Sua personalissima tesi sulla fine del mondo economico-finanziario imminente. (imminente per Lei visto che sono anni che attendiamo fiduciosi l'avverarsi delle Sue profezie). A questo punto sorge spontaneo chiedersi se Lei, come molti altri fanatici del catastrofismo, lo faccia per motivi economici personali (è forse pesantemente short sui mercati finanziari e ci sta rimettendo una fortuna?) oppure semplicemente si è ossessionato su una idea che nonostante tutto non si sta avverando. Le ricordo, se non lo sapesse, che l'economia e così i mercati finanziari, sono fatti da persone e che queste sono irrazionali. Cercare di indovinare il futuro in questi ambiti è ovviamente impossibile. Cercare di prevedere il prossimo crollo (che ci sarà questo è garantito) è altresi impossibile. Insistere e continuare a vedere dietro ogni notizia il motivo per scappare e ficcare la testa sotto la sabbia per paura di rimetterci i fondelli è altrettanto inutile. Come dicono i grandi imprenditori (di successo) il pensiero pessimista e catastrofista è inutile e semplicemente troppo comodo...per una volta tanto costruisca qualcosa di utile anche Lei. Buona fortuna.

RISPOSTA:

Caro Pezzi, come vede io non mi limito a dare mie interpretazioni catastrofistiche ma cito fior fiore di analisti, dati a iosa e altrettanti grafici a supporto delle mie tesi. Certo, non ho la sfera di cristallo ma a differenza del 90% dei giornalisti economici ho detto in tempi non sospetti che la ripresa in Europa era una balla, che l'America ha salvato solo Wall Street con il QE e che il Giappone non ha ottenuto mezzo risultato utile dall'Abenomics: lei crede al miracolo spagnolo o portoghese, faccia pure, contento lei contenti tutti, io mi baso sui dati, lei sull'ottimismo gramsciano dell'imprenditore che vede tutto rosa. Una cosa però non accetto delle sue critiche, tutte legittime: che lei possa anche solo adombrare un mio interesse economico personale nel mio lavoro, è l'accusa più infamante per la moralità e la deontologia di un giornalista (oltretutto, sapesse quanto guadagno capirebbe da solo che non potrei comprare nmmeno delle Canistracci Oil di pozzettiana memoria). Quindi, lo dico a lei ma vale per tutti: critiche quante volete, anche durissime ma al prossimo adombrare conflitti d'interesse scattano le querele. Il nome che c'è in testa ai miei articoli rappresenta la mia parola e la mia onorabilità di giornalista e di uomo e non consento a nessuno di metterla in dubbio, nemmeno come battuta. Cordialmente MB