BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALITALIA/ Le "sponde" che possono aiutare la (nuova) compagnia italiana

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Si ricorda inoltre che Etihad prenderà solo il 49% della nuova compagnia. Non sarà infatti possibile salire oltre tale quota azionaria, poiché altrimenti il vettore passerebbe sotto il controllo del vettore di Abu Dhabi. E il controllo dovrà sempre rimanere saldamente nelle mani europee, poiché diversamente Alitalia perderebbe la licenza di vettore comunitario e la possibilità di fare liberamente i voli all'interno dell'Europa.

La partnership potrà avere successo se gli obiettivi verranno raggiunti, poiché nel caso di necessità di una nuova ricapitalizzazione anche i soci italiani dovranno mettere mano al portafoglio. E questa è stata la debolezza della vecchia Alitalia Cai, che nel corso degli anni è rimasta troppo poco capitalizzata a causa della compagine azionaria.

Tuttavia le capacità del nuovo management, con la vice-presidenza di Hogan, amministratore delegato di Etihad, permettono di immaginare che la strategia di una nuova Alitalia possa avere successo.

Da oggi, dunque, il panorama italiano cambia in maniera profonda, con una compagnia di riferimento più forte rispetto al passato grazie alla partnership con uno dei maggiori player globali del trasporto aereo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.