BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

J'ACCUSE/ Sapelli: da Renzi il "colpo di Stato" contro le banche popolari

Infophoto Infophoto

Questo fatto non accade in nessun altra nazione al mondo e getta pesanti e inquietanti ombre sulla partita in gioco in Italia in questi giorni, in queste ore! Tuti coloro che hanno a cura la società italiana, i fondamenti della solidarietà, un’economia giusta perché sana, e tutti coloro che hanno visto nella Caritas in Veritate un elemento fondamentale per umanizzare l’economia, tutti costoro, quali che siano le fedi religiose o le opinioni politiche, debbono insorgere contro questo provvedimento che se fosse approvato addirittura con un decreto legge - come si annuncia - sarebbe veramente un pericoloso inizio di una deriva autoritaria in economia e che non porterebbe nulla di buono all’Italia.

Si ricorra quanto meno a un provvedimento legislativo che consenta una discussione parlamentare e l’intervento delle rappresentanze sociali dei datori e dei prestatori d’opera e in generale della società civile, e si fughino in tal modo le ombre pesanti e temibili che aleggiano attorno a questo inaudito comportamento politico e finanziario, oscuro e privo di ogni legittimazione.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
20/01/2015 - Grazie (GIUSEPPE TATANGELO)

L'ha ringrazio per questo suo articolo, per il suo contributo per la verità delle cose. Dopo aver ascoltato parte di una trasmissione radiofonica di Sole 24 ore " Focus " che esaltava la riforma delle banche popolari come la modernizzazione del Paese e lanciava il proposito che il Parlamento non la insabbiasse in modo da non trasformarla nei soliti annunci politici, mi aveva creato un opinione errata. Grazie

 
19/01/2015 - Sveglia il renzismo è pericoloso (Carlo Cerofolini)

Perché meravigliarsi, anche questo è il renzismo, che notoriamente dove passa poi lascia terra bruciata. Prima gli italiani se ne renderanno conto e meglio sarà per tutti. Speriamo solo che il risveglio non avvenga quando oramai saremo ridotti in rovina.