BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPY FINANZA/ Dagli Usa al Giappone i "falsi miracoli" delle banche centrali

Infophoto Infophoto

La Boj sta distruggendo lo yen e sta precludendo la possibilità di un afflusso di capitali internazionali nel Paese, fatti salvi quelli speculativi e di conseguenza, il forte calo del tasso di cambio a partire dal 2012 è probabile che si accentui ancora di più nel medio termine: più a lungo la Bank of Japan stamperà enormi quantità di nuovi yen per finanziare il 100% del deficit pubblico, più questo calo si farà marcato. 

Inoltre, il crollo della valuta, a sua volta, si sostanzierà in un netto aumento del costo della vita in un Paese che importa la quasi totalità della sua energia e la maggior parte delle materie prime, mentre i salari reali crolleranno insieme al potere d'acquisto, dinamica già in atto da almeno due trimestri: lo scorso novembre i salari reali sono crollati del 4.3% su base annua, il diciassettesimo calo mensile e il più netto dal dicembre 2009. Ecco i miracoli del mercato centralizzato e dopato delle Banche centrali, di cui torneremo a parlare diffusamente la prossima settimana.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
31/01/2015 - non è piu un piacere.... (Eugenio Bravetti)

leggere i suoi articoli, troppo lunghi, lenzuolate infinite spesso con pezzi copiati e incollati da un articolo all'altro..... PS..la pagano in base alle parole e ha deciso di voler guadagnare molto? In ogni caso resta sempre uno dei giornalisti piu competenti e realisti in circolazione :-)