BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a +12,39%. Santander interessata alla banca senese?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

MPS NEWS Se Piazza Affari chiude oggi con un +3,69% (finalmente in rialzo dopo alcune sedute finite in rosso) lo deve anche a Mps, che fa segnare un +12,39% (riportandosi a quota 52 centesimi ad azione). Il merito, in realtà, è di Banco Santander, che nel primissimo pomeriggio ha annunciato di voler procedere a un aumento di capitale da 7,5 miliardi di euro. Subito Mps ha cominciato a salire in Borsa. Come alcuni trader hanno spiegato a Reuters, infatti, sul mercato ci sono state diverse speculazioni sul fatto che la banca spagnola possa procedere all'acquisto di quella italiana. Tuttavia, Santander avrebbe i mezzi per farlo anche senza aumento di capitale e poche settimane fa aveva smentito un interesse per Montepaschi. Va detto anche che se il rumor fosse fondato, ci troveremmo di fronte a un curioso caso del destino: Mps aveva infatti comprato AntonVeneta, operazione da molti indicata come l'origine dei mali della banca senese, proprio da Santander. Voci dalla Spagna sembrano però smentire un interesse per Mps: Santander sarebbe infatti intenzionata a espandersi nel vicino Portogallo o negli Usa.

MPS NEWS Mentre Piazza Affari supera il +2%, Mps si riporta vicina a quota 48 centesimi ad azione, con un rialzo del 3,3%. Oltre che sulla banca senese, i rumors della stampa specializzata si concentrano anche su Carige, altro istituto italiano bocciato dagli stress test europei. Sembra ormai certo che Andrea Bonomi entrerà nel capitale della banca ligure, anche perché dopo il passo indietro su ClubMed sono tornate disponibili parecchie risorse. In Borsa il titolo di Carige segna un rialzo del 5,4%.

MPS NEWS Anche oggi Piazza Affari prova il rimbalzo, con una partenza in territorio positivo. Si muove bene anche Mps, che registra un +3% che riporta il titolo ancora sopra quota 47 centesimi. Stamattina Milano Finanza ha scritto ancora di una possibile aggregazione di Montepaschi con un’altra banca, italiana o estera che sia. Gli ultimi rumor sembrano indicare in Ubi Banca e Banco Popolare i possibili acquirenti, perlomeno di asset di Mps, come AntonVeneta. All’estero si guarda invece a Bnp Paribas, già presente in Italia con Bnl. Sembra essere invece sparita dai radar la pista che portava a fondi cinesi interessati, anche con grosse cifre, a entrare nel mercato bancario italiano.

< br/>
© Riproduzione Riservata.