BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CARIGE/ Smentita ipotesi di fusione con Compagnia di San Paolo: Ubs arrotonda la partecipazione

Non ci sono trattative in corso da parte della Compagnia di San Paolo riguardo l’ipotesi di fusione con la Fondazione Carige, con la possibile acquisizione di una quota in Banca Carige

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Dopo la smentita della Compagnia di San Paolo riguardo una possibile fusione con Fondazione Carige, è stato reso noto che Ubs ha arrotondato la propria partecipazione in Banca Carige, passando dal 4,54 al 4,65%. L’operazione risale al 29 dicembre scorso, come si legge negli aggiornamenti della Consob. Sale anche la quota priva del diritto di voto, arrivando al 2,87% dall'1,5% dello scorso 28 novembre.

Non c’è alcuna trattativa in corso da parte della Compagnia di San Paolo riguardo l’ipotesi di fusione con la Fondazione Carige, con la conseguente possibile acquisizione di una quota in Banca Carige. Lo fa sapere la fondazione bancaria in un comunicato, spiegando che le voci su presunte trattative in corso con la Fondazione Carige, che detiene la quota nella omonima banca, “sono prive di fondamento”. Nel corso dell’anno appena terminato si erano tenuti due incontri istituzionali (il 15 settembre e il 7 ottobre 2014) fra i vertici delle due fondazioni, durante i quali però - si legge ancora - "ci si è limitati a sottolineare come la Compagnia di San Paolo rappresenti un modello organizzativo interessante cui ispirarsi per l’eccellente rapporto tra costi di gestione, patrimonio e risorse erogate a favore del territorio, e si sono esaminate alcune situazioni problematiche relative a enti genovesi sostenuti in passato da interventi di entrambe le Fondazioni". Intanto, nonostante la smentita circa la trattativa, il titolo di banca Carige continua a volare in Borsa: al momento il titolo fa registrare un +3,52% a 0,0706 euro.

© Riproduzione Riservata.