BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

QUOTAZIONE FERRARI/ La "gallina d'oro" per i piani di Marchionne

Pubblicazione:mercoledì 21 ottobre 2015 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 21 ottobre 2015, 9.26

Sergio Marchionne (Infophoto) Sergio Marchionne (Infophoto)

Marchionne queste cose le sa. Come sa, lui che l’auto elettrica non l’ha mai amata, che quando cominciano a circolare autovetture plug-and-play, di serie, per famiglie, con 250 chilometri di autonomia, il vento gira; e quando col grafene le batterie al litio decuplicheranno la capacità e abbasseranno i tempi di ricarica di quattro quinti, l’auto a combustione interna sarà espulsa dai centri storici dei Paesi civili, un po’ come le sigarette dai ristoranti.

Chi può avere i soldi per tener testa a simili galoppanti innovazioni, sostenere gli oneri delle enormi ristrutturazioni che comporteranno, contrastare i piccoli produttori creativi che spunteranno forse come funghi in tutto il mondo? Solo una superpotenza planetaria come quella che scaturirebbe dalla fusione tra Fca e General Motors.

Mary Barra, l’attuale capo del gruppo di Detroit, da quest’orecchio non ci sente. Ma il tempo sta giocando contro di lei, e tutto a favore di Marchionne. Con adesso, in più, l’ennesimo successo della carriera, il blitz finanziario su Ferrari.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.