BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO ORLANDI/ Tasse & mandarini: se Renzi spaventa la "polizia fiscale"

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Quanto alla “mandarina” Orlandi - pare non molto amata né dal premier, né dal ministro dell’Economia e delle Finanze - le rimane una stima di rito che le conserverà il posto (ma forse non all’infinito) e, prevedibilmente, metterà sul chi vive altri alti gradi dell’amministrazione. Giusto ieri, in una lettera al Corriere della Sera, l’ex ministro del Welfare, Elsa Fornero, versava ennesime lacrime di coccodrillo sull’incidente mortale della sua carriera nel governo Monti: le decine di migliaia di italiani esodati da una sua firma. Una firma poco informata, il peggio per un’economista-ministro. Più esattamente: una firma “disinformata” da un ex collega-mandarino della Orlandi, l’ex potentissimo presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua. Arrestato nei giorni scorsi.

La riforma del Senato non rischiava forse di cadere - con grave rischio per Renzi - per una strana disattenzione di un mandarino del Parlamento? Attenti a voi, mandarini. Niente scherzi nel lungo avvicinamento alle elezioni.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
27/10/2015 - Non cade foglia... (Luigi PATRINI)

Non cade foglia che Dio non voglia! Non diamo sempre la colpa a Lui, ma se certi "scherzi" capitano forse sono ...opportunità provvidenziali! Con viva cordialità!