BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FCA/ La nuova "grana" di Marchionne coi sindacati (ma la Fiom non c'entra...)

Pubblicazione:

Sergio Marchionne (Infophoto)  Sergio Marchionne (Infophoto)

Si può replicare, giustamente, che questa è la logica del "capitalismo" (lo dice, anche qui, la stessa parola) e che in tal modo gli azionisti si ristorano delle fasi in cui l'azienda perdeva quattrini e loro erano rimasti a digiuno o, peggio, hanno dovuto (raramente, in verità) mettere la mano alla tasca per aumentare il capitale sociale: vero anche questo ragionamento.

Ma qui non rileva stabilire chi abbia ragione nella diatriba, basta capire che è logico e normale, quando c'è un vantaggio da dividere tra due parti a esso cointeressate e comunemente meritevoli - sia pure per motivi e da prospettive diverse - che tra essa si apra un negoziato e, all'occorrenza, un contenzioso.

Ecco: il valore del "no" che nel 65% dei casi i dipendenti Fca americani hanno detto alla proposta aziendale sta tutto in questo opportuno promemoria. Il buon andamento del sistema capitalistico moderno sta nel periodico rinegoziare diritti e doveri, interessi e rischi. E la cosa ha valore in sé, a prescindere dalle radicalizzazioni in un senso o nell'altro.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.