BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BANCHE/ Credito Valtellinese: sale l'utile al 30 settembre

Credito Valtellinese: stabili i margini al 30 settembre, migliora l'utile. L'Ad Miro Fiordi: "Confermata la Spa entro il 2016, nessuna accelerazione sulle fusioni"

L'Ad del Creval Miro Fiordi L'Ad del Creval Miro Fiordi

CREDITO VALTELLINESE NEWS. SALE L'UTILE. Sale l'utile netto de Credito Valtellinese, in fase di transizione come tutte le grandi Popolari italiane. Nei conti al 30 settembre  il margine d'intermediazione è stabile sui 202,9 milioni così come il margine d'interesse (114,4 milioni). Migliorano invece le commissioni nette che si collolcano a 67,9 milioni (+3,9%). A 79,5 milioni si è fermato il risultato lordo di gestione. mentre l'utile di gestione è aumentato 12,5 milioni (contro una previsione di 9,3 e rispetto a un "rosso" di 10 ,2 milioni del terzo trimestre 2014). Balza l'utile netto fino a 11,9 circa.  Titolo in leggera ripresa in Borsa (+0.18%). "Abbiamo deliberato una road map che prevede un'assemblea di bilancio assolutamente normale, per poi giungere all'assemblea di trasformazione in Spa nell'autunno del 2016", ha detto l'amministratore delegato Miro Fiordi. "Non mi pare che ci siano forti accelerazioni neanche sul mercato rispetto a scenari di merger, ma credo che in prospettiva sia lo scenario che rimane il piu' probabile per tutti ma probabilmente non con tempi cosi' veloci come si pensava all'indomani dell'approvazione della riforma".

© Riproduzione Riservata.