BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BORSA ITALIANA/ Milano e le altre dopo gli attentati a Parigi: chiusura senza crolli (oggi, 16 novembre 2015)

Pubblicazione:lunedì 16 novembre 2015 - Ultimo aggiornamento:lunedì 16 novembre 2015, 18.01

Infophoto Infophoto

BORSA ITALIANA E LE ALTRE DOPO GLI ATTENTATI DI PARIGI Alla fine la prima giornata di borsa dopo gli attentati di Parigi non ha portato alcun "crollo" o grosso calo. Nemmeno sul mercato francese, che ha terminato la giornata con un -0,08%. Se Milano ha chiuso a -0,14%, Francoforte è salita dello 0,05%. Qualche contraccolpo si è registrato nei settori del turismo e del lusso, sui cui si teme possano farsi sentire eventuali effetti di un allarme terrorismo.

BORSA ITALIANA E LE ALTRE DOPO GLI ATTENTATI DI PARIGI C’era una certa attesa oggi per vedere la reazione dei mercati finanziari agli attentati di Parigi di venerdì scorso. A parte un inizio in calo, però, le piazze europee hanno presto recuperato terreno, passando poi anche in positivo in fine mattinata, salvo ritracciare in rosso in alcuni casi. Se guardiamo Parigi, alle 13:30 il Cac 40 cede lo 0,2%. Milano viaggia invece intorno alla parità, mentre Francoforte sale dello 0,2%. Non c’è stato quindi un grosso impatto, anche perché i titoli energetici e legati al petrolio sono stati trascinati da un lieve rialzo del greggio. Soffrono un po’ le azioni legati al turismo e al settore del lusso. Secondo alcuni trader, citati da Reuters, sui mercati c’è una certa fiducia sull’operato delle banche centrali che aiuta anche a non sentire gli effetti di quanto accaduto a Parigi. 



© Riproduzione Riservata.