BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GRANDI EVASORI / La "lista" cosa 5 anni di condanna a Hervé Falciani

La Svizzera condanna a cinque anni Hervé Falciani, l'informatico della Hsbc accusato di spionaggio economico per aver fornito alle autorità fiscali 2 milioni di pagine segrete.

Guardia di finanza Guardia di finanza

Sono settemila gli italiani segnalati come attori di possibili frodi fiscali da Hervé Falciani, l'ex informatico svizzero della Hsbc accusato di spionaggio economico.

L'uomo, che aveva denunciato alle autorità competenti, dal 2006 in poi per due anni, 106.458 clienti della sua banca, è stato condannato a 5 anni di reclusione.

Nonostante non fosse chiaro se l'informatico avesse ceduto o venduto i dati, Carlo Buletti, il procuratore federale che si è occupato del caso, aveva legato la richiesta della "condanna pesante" alla lunga durata dell'atto criminale di Falciani e all'entità delle informazioni segrete rivelate (più di 2 milioni di pagine), causando una vera e propria "crisi diplomatica". In linea con lui Laurent Moreillon, avvocato dell'istituto bancario che ha denunciato i "danni collaterali inestimabili" per i suoi assistiti. L'accusa ha voluto specificare che dalle indagini risulta chiaro che Falciani non si muovesse per "lanciare un allarme".

Secondo la difesa, incarnata da Marc Henzelin, bisogna porre l'attenzione su come un semplice informatico abbia potuto accedere ad una tale quantità di materiale, dinamica che rivela senz'altro mancanze nel sistema di sicurezza della Hsbc. Va inoltre sotolineata, secondo Henzelin, la mancanza di dati che portino a pensare che il suo cliente possa aver guadagnato dalla transazione di informazioni.

© Riproduzione Riservata.