BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a -1,28%. S&P's: crediti in sofferenza aumenteranno ancora in Italia

Vediamo le notizie del giorno su Mps: dall'andamento del titolo in Borsa alle news e ai rumors pubblicati su agenzie e quotidiani riguardanti Montepaschi e le altre banche italiane

InfophotoInfophoto

Chiusura negativa (-0,65%) per Piazza Affari, con Mps che cede l'1,28% a quota 1,62 euro ad azione. In un report, Standard & Poor's vede in crescita i crediti in sofferenza delle banche italiane. Per l'agenzia di rating, i non performing loans cresceranno ancora quest'anno e nelle prima metà del prossimo, anche se a un ritmo sempre più decrescente, arrivando in ogni caso a un totale di 388 miliardi per i non performing asset a fine 2016. Piazza Affari è ancora in rialzo, ma Mps cede lo 0,1% tornando sotto gli 1,64 euro ad azione. Mario Draghi ha intanto sottolineato la necessità di completare l'unione bancaria, che oltre alla vigilanza unificata deve avere un sistema comune di risoluzione delle crisi e di tutela dei risparmi. Piazza Affari si muove in rialzo e Mps sale dello 0,6%, superando quota 1,65 euro ad azione. In un’intervista a Il Corriere della Sera, l’amministratore delegato di Axa, Henri De Castries, esprime pieno appoggio a Massimo Tononi e al board che guida Montepaschi. Il manager ha anche spiegato che il problema di Mps è costituito dalle sofferenze. E ha poi detto che alla banca va dato il tempo necessario per trovare un partner.

© Riproduzione Riservata.