BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RIPRESA?/ Bagnai: così la nuova lira può salvarci dal lastrico

Pubblicazione:sabato 12 dicembre 2015

Infophoto Infophoto

In questo momento a noi farebbe molto comodo riattivare l’economia creando inflazione. Quest’ultima rianima l’attività produttiva, perché il produttore si aspetta di vendere a prezzi maggiori e di incrementare i propri margini. Il petrolio in calo è stato senz’altro l’unico elemento che ha sostenuto il lato dell’offerta dell’economia italiana.

 

Il Quantitative easing della Bce ha prodotto a sua volta lo stesso effetto?

L’intervento della Bce su tassi d’interesse e cambio dell’euro è stato sostanzialmente inutile. Lo dimostrano i fatti, perché il contributo delle esportazioni al Pil italiano in questo scorcio di trimestre è stato sostanzialmente negativo. Quindi indebolire l’euro con il Quantitative easing è stato inutile. Il calo del prezzo del petrolio ha sostenuto le aziende. Il problema è che adesso una ripresa del prezzo delle materie prime aiuterebbe a rianimare il processo inflattivo. Quello che era considerato lo spauracchio dell’uscita dall’euro, cioè la svalutazione che fa venire inflazione, adesso sarebbe in realtà una soluzione.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.